Regolamento EuroSALUTE

In vigore dal  7 maggio 2020

INDICE

Disposizioni Generali

Sommario 

Art. 1 – Oggetto del Regolamento

Art. 2 – Requisiti, Soggetti obbligati e Beneficiari

Art. 3 – Modalità di iscrizione

Art. 4 – Decorrenza delle coperture e prestazioni

Art. 5 – Contribuzione

Art. 6 – Casi di prosecuzione volontaria di contribuzione

Art. 7 – Adesione volontaria per il Nucleo Familiare

Art. 8 – Modalità di versamento

Art. 9 – Mancato versamento dei contributi, cause di sospensione e riattivazione delle prestazioni

Art. 10 – Decadenza del diritto alle prestazioni

Art. 11 – Perdita dello status di associato, aderente o iscritto

Art. 12 – Piano di assistenza sanitaria integrativa

Art. 13 – Privacy e tutela dei dati personali e particolari

Art. 14 – Controversie

 

Art. 1 – Oggetto del Regolamento

Il presente Regolamento disciplina le attività del Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa EuroSALUTE, in seguito più brevemente anche come il Fondo, costituito dall’Accordo Interconfederale del 11 aprile 2019 e s.m.i., stipulato fra Confederazione AEPI, lato datoriale, e le Oo.Ss.  dei lavoratori CIU-Unionquadri, CONSIL, C.S.E., FIRAS-SPP, F.L.A.I. Trasporti, S.I-C.E.L., Sindacato CLAS, UIC, a favore dei lavoratori delle Aziende che applicano i contratti collettivi nazionali di lavoro firmati dalle Parti Sociali stipulanti, congiuntamente o in forma singola.

EuroSALUTE  promuove la tutela della salute ed il miglioramento delle condizioni di vita dei lavoratori,  anche attraverso la diffusione della cultura della prevenzione e l’offerta di strumenti di sanità leggera di alto livello.

Il Fondo ha lo scopo di gestire i trattamenti assistenziali sanitari, integrativi delle prestazioni del S.S.N. in ottempero a quanto demandato dall’Accordo Interconfederale sopra richiamato, alle previsioni dei c.c.n.l. ed ai contenuti del presente Regolamento.

Possono aderire le Associazioni Datoriali, Associazioni di Professionisti od Autonomi, Organizzazioni Sindacali rappresentative di lavoratori dipendenti e parasubordinati in genere, che svolgono la loro attività prevalentemente all’interno del territorio italiano.

Per quanto non espressamente previsto nel presente Regolamento, si intendono richiamate le norme dell’atto costitutivo, dello Statuto e del Codice Etico.

Art. 2 – Requisiti, Soggetti obbligati e Beneficiari

L’iscrizione al Fondo è obbligatoria per tutti i datori di lavoro che aderiscono o che applicano i CCNL firmati da Confederazione AEPI e/o dalle Oo.Ss. stipulanti o aderenti all’accordo interconfederale, a beneficio dei lavoratori, in funzione delle specifiche previsioni minime declinate nel singolo contratto collettivo.

Ogni datore di lavoro ha la possibilità di opzionare uno dei Piani Sanitari di contenuto migliorativo rispetto alle disposizioni del c.c.n.l. applicato.

L’iscrizione al Fondo è aperta anche a singoli datori di lavoro che desiderano aderire, indipendentemente dal CCNL applicato, nel rispetto del principio di equivalenza delle prestazioni.

Sono soggetti beneficiari (assistiti) delle prestazioni previste dal Fondo:

  • i lavoratori subordinati a tempo pieno o parziale, a tempo indeterminato e gli apprendisti;
  • i dipendenti con contratto a tempo determinato e/o stagionale di durata pari o superiore a sei mesi, salva diversa disposizione del ccnl applicato e ferma restando la scelta aziendale di copertura anche per durate inferiori ai sei mesi;
  • i dipendenti, i dirigenti sindacali, i collaboratori, i membri degli organi statutari nominati a livello nazionale/regionale/territoriale delle Associazioni Datoriali e Sindacali firmatarie dell’Accordo Interconfederale prima richiamato, delle Organizzazioni ed Enti Bilaterali collegati e delle loro articolazioni territoriali e/o associative, nonché enti e strutture collaterali compresi i dipendenti collocati in aspettativa non retribuita ai sensi della Legge 300/70;
  • i lavoratori parasubordinati, i soci lavoratori, i componenti dei consigli di amministrazione con  compenso deliberato.

Possono essere iscritti al Fondo anche i familiari dei soggetti beneficiari in caso di adesione al Piano Sanitario per il Nucleo Familiare, sia in forma collettiva che singola.

Il nucleo familiare comprende il coniuge/partner unito civilmente ed il convivente more uxorio (*), i figli  fino a 26 anni anche se non residenti, i figli oltre i 26 anni purché conviventi e fiscalmente a carico del beneficiario titolare del Piano Sanitario ovvero in stato di invalidità superiore al 66%.

(*) E’ equiparato al convivente more uxorio anche il convivente dello stesso sesso, a condizione che gli stessi siano uniti da reciproci vincoli affettivi, che non vi sia parentela in linea retta entro il primo grado, affinità in linea retta entro il secondo grado, adozione, affiliazione, tutela, curatela o amministrazione di sostegno e che convivano stabilmente e si prestino assistenza e solidarietà materiale e morale.

Art. 3 – Modalità di iscrizione

L’iscrizione al Fondo implica la conoscenza e l’accettazione del Regolamento, del trattamento dei dati (Privacy) disponibile anche nel website www.eurosalute.eu.  E’ disponibile l’iter procedurale e documentale ad hoc per ogni piano sanitario, ottenibile a semplice richiesta indirizzata all’ufficio adesioni adesioni@eurosalute.eu.

L’iscrizione può essere effettuata dal singolo datore di lavoro oppure tramite il consulente dallo stesso delegato. E’ richiesta la firma digitale dei documenti trasmessi in via telematica o via mail. Le successive comunicazioni saranno sempre riferite all’azienda/ente interessato, anche tramite il Consulente.

Al momento dell’iscrizione il datore di lavoro può opzionare la modalità di pagamento dei contributi complessivi per la copertura collettiva, a scelta fra annuale, semestrale o mensile. Tale opzione resta ferma e non modificabile per l’intera annualità (1 gennaio -31 dicembre di ogni anno), con possibilità di variazione entro e non oltre il 30 novembre per la modifica a valere dall’anno successivo.

L’iscrizione al Fondo si intende perfezionata solo al completamento dell’iter procedurale-documentale ed al pagamento delle quote di prima adesione da parte del datore di lavoro aderente.

Per i lavoratori dipendenti e parasubordinati, l’iscrizione e la cessazione devono essere comunicate contestualmente all’inizio ed alla fine del relativo rapporto di lavoro, tramite un tracciato informatico univoco messo a disposizione dal Fondo. Analogamente vanno comunicate con lo stesso tracciato le variazioni rispetto ai dati originariamente trasmessi (cambi di indirizzo, passaggi di qualifica, coordinate bancarie).

Art. 4 – Decorrenza delle coperture e prestazioni

Il diritto alla copertura sanitaria decorre dalla data di inizio del rapporto di lavoro. Per ogni soggetto beneficiario, il diritto alle prestazioni decorre dalla data di perfezionamento dell’iter di iscrizione al Fondo, senza periodi di carenza.

Il diritto alle prestazioni è condizionato al regolare versamento dei contributi che, in caso di scelta di pagamento annuale anticipato, si protrae anche dopo la cessazione dell’attività lavorativa per un periodo di tempo corrispondente al completamento dell’annualità.

Il lavoratore ha diritto ad un periodo di copertura sanitaria pari ai mesi di contribuzione complessivamente versata. L’esigibilità delle prestazioni è, pertanto, direttamente correlata alla regolarità dell’iscrizione del datore di lavoro e dei lavoratori. Le prestazioni possono essere erogate, pertanto, previo accertamento dell’avvenuto versamento del contributo una tantum e dei contributi ordinari, nonché della riconciliazione di detti versamenti con i dati dichiarati dal datore di lavoro o dal consulente delegato al momento dell’iscrizione.

In presenza di Accordi di Armonizzazione, la decorrenza ed il relativo diritto alle prestazioni di assistenza sanitaria decorreranno dalla data della Delibera del Consiglio Direttivo, a completamento dell’iter istruttorio.

Art. 5 – Contribuzione

Il Datore di lavoro aderente al Fondo può scegliere tra diversi Piani Sanitari caratterizzati da una modularità crescente delle prestazioni e massimali.

Piani Sanitari collettivi

  • Eurosalute A – contributo annuo di € 130,00, pari a €10,83 mensili di cui €10,00 a carico azienda e €0,83 euro a carico del lavoratore;
  • Eurosalute B -contributo annuo di € 180,00, pari a €15,00 mensili, di cui €12,00 a carico dell’azienda e € 3,00 a carico del lavoratore;
  • Eurosalute C- contributo annuo di € 240,00, pari a €20,00 mensili, di cui €16,00 a carico dell’azienda e € 4,00 a carico del lavoratore.
  • Nucleo Familiare A – contributo annuo di € 238,00, pari a €19,83 mensili di cui €14,00 a carico azienda e € 5,83 euro a carico del lavoratore;
  • Nucleo Familiare B – contributo annuo di € 308,00, pari a €25,66 mensili, di cui €20,00 a carico dell’azienda e € 5,66 a carico del lavoratore;
  • Nucleo Familiare C – contributo annuo di € 396,00, pari a €33,00 mensili, di cui €26,00 a carico dell’azienda e € 7,00 a carico del lavoratore.

In caso di opzione di pagamento annuale da parte del Datore di lavoro, l’inserimento di beneficiari in corso d’anno determina il pagamento della quota intera annuale, salvo il caso in cui si manifestino nel secondo semestre di validità del piano annuale, nel qual caso il valore viene ridotto al 60%.

Le uscite di beneficiari nel corso dell’anno di validità non produce riduzione del contributo, assicurando la copertura sanitaria fino alla scadenza naturale.

In caso di opzione per il pagamento con frazionamento mensile, l’azienda aderente si impegna ad inviare mensilmente la lista degli assistiti entro e non oltre il giorno 30 di ogni mese; in tale fattispecie, la contribuzione viene calcolata pro-rata per ogni mese sulla base del numero degli assistiti.

A tale contribuzione mensile deve essere aggiunta la somma “Una Tantum” di € 25,00, totalmente a carico del datore di lavoro, quale quota di prima iscrizione per ogni lavoratore beneficiario.

Art. 6 – Casi di prosecuzione volontaria di contribuzione

In caso di cessazione in corso d’anno, la copertura sanitaria sarà garantita al beneficiario titolare (dipendente o parasubordinato) ed eventualmente al proprio nucleo familiare assistito, per un periodo massimo di 24 mesi a condizione che il lavoratore beneficiario presenti specifica richiesta al Fondo, entro 30 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro e si faccia carico del pagamento dei contributi previsti per il piano sanitario.

Viene data facoltà di proseguo al nucleo familiare già assistito del beneficiario titolare in caso di decesso di quest’ultimo, alle stesse condizioni sopra indicate.

Il lavoratore dipendente che si trovi in una delle fattispecie di sospensione del rapporto di lavoro ai fini retributivi ed economici, quali ammortizzatori sociali a zero ore o aspettativa non retribuita, può optare per proseguire volontariamente la copertura sanitaria, con oneri integralmente a proprio carico, presentando specifica richiesta al Fondo entro il termine massimo di 20 giorni dal verificarsi del relativo evento sospensivo.

In tutte le casistiche sopra indicate, il beneficiario titolare compila e presenta al Fondo lo specifico modello di richiesta “prosecuzione volontaria”, per la necessaria autorizzazione, il cui esito verrà comunicato dal Fondo entro il termine massimo di 20 giorni. Il diritto alla prosecuzione si perfeziona con il pagamento del contributo anticipato per la durata dell’opzione esercitata.

In tutte le casistiche sopra indicate, il beneficiario titolare potrà anche delegare il datore di lavoro ad effettuare la trattenuta dell’importo dovuto, dalle proprie competenze, per la prosecuzione nel piano sanitario e per il versamento al Fondo.

Art. 7 – Adesione volontaria per il Nucleo Familiare

E’ consentita l’iscrizione a  EuroSALUTE totalmente a carico del lavoratore, dei componenti del nucleo familiare. L’adesione deve riguardare tutti i componenti del nucleo familiare. Per nucleo familiare si intende il coniuge o il convivente more uxorio, i figli minorenni, i figli fiscalmente a carico fino all’età di anni 26, tutti risultanti dallo stato di famiglia. I figli dei dipendenti della stessa Azienda/Associato coniugati o conviventi more uxorio dovranno essere inseriti in copertura esclusivamente nel nucleo del coniuge o convivente con l’età anagrafica maggiore tra i due. Nel caso in cui entrambi i coniugi o conviventi more uxorio siano dipendenti della stessa Azienda/Associato e titolari del piano sanitario, non potranno anche essere inseriti con la qualifica di familiare nel nucleo del rispettivo coniuge o convivente.

L’adesione del nucleo familiare deve essere effettuata entro 15 giorni dalla data di decorrenza del piano collettivo. L’inclusione di familiari in un momento successivo alla predetta data è consentita solamente in caso di variazione dello stato di famiglia per matrimonio, nuovo nato o nuova convivenza.

Il lavoratore iscritto al Fondo che intende iscrivere il proprio nucleo familiare, deve inviare comunicazione al Fondo e seguire l’iter procedurale-documentale per l’adesione ed il relativo pagamento.

Ai fini del riconoscimento del diritto all’assistenza in favore dei familiari e dei conviventi, EuroSALUTE potrebbe richiedere all’iscritto eventuale documentazione che attesti gli stati e le condizioni prima citate.

Sulle informazioni autocertificate dal lavoratore, il Fondo può, in qualunque momento, effettuare controlli chiedendo all’iscritto idonea certificazione. Il mancato riscontro determinerà la decadenza del diritto all’assistenza sanitaria del familiare/convivente interessato. La falsa dichiarazione farà, inoltre, incorrere l’iscritto nelle sanzioni civili e penali previste dalla legge.

I contributi annuali di iscrizione del nucleo familiare, a carico del lavoratore, ammontano a:

  • Nucleo Familiare A – contributo annuo di € 202,00
  • Nucleo Familiare B -contributo annuo di € 284,00
  • Nucleo Familiare C- contributo annuo di € 372,00

In aggiunta, è dovuta una quota di adesione annuale di € 25,00 per l’intero nucleo.

Art. 8 – Modalità di versamento

Le aziende che scelgono la modalità di versamento annuale devono effettuare i pagamenti attraverso bonifico bancario. Il versamento annuale deve essere effettuato, in forma anticipata, accompagnato dal tracciato contenente la lista dei beneficiari in servizio alla data del versamento.

In caso di opzione per il pagamento frazionato semestrale, la quota di adesione iniziale e la prima rata del contributo sono effettuati tramite bonifico bancario sulle coordinate indicate dal Fondo. Per i pagamenti successivi al primo, è previsto l’addebito SEPA sul conto corrente aziendale, nella misura correlata al numero dei beneficiari comunicati ad inizio annualità con tracciato fornito dal Fondo. In occasione della scadenza naturale dell’annualità, il Fondo procederà al calcolo del conguaglio sulla base degli ingressi comunicati nel corso d’anno, con comunicazione all’azienda ed addebito per il saldo.

In caso di versamento errato, il Fondo procederà alla restituzione o compensazione, purché l’errore sia segnalato prima che gli importi siano stati utilizzati per le predisposte coperture assicurative.

In caso di opzione per il pagamento frazionato mensile, anche tramite uno degli enti bilaterali convenzionati, le quote di adesione iniziale (una tantum) sono effettuate tramite bonifico bancario sulle coordinate indicate dal Fondo. I pagamenti mensili verranno effettuati tramite il flusso Inps-F24 utilizzando i codici e procedure comunicate dall’ente bilaterale di riferimento, in base al numero dei lavoratori iscritti e presenti in ogni singolo mese.

Art. 9 – Mancato versamento dei contributi, cause di sospensione e riattivazione delle prestazioni

La morosità del datore di lavoro nel versamento mensile dei contributi per due mensilità consecutive, determina la sospensione delle prestazioni di assistenza sanitaria da parte del Fondo e la relativa comunicazione ai lavoratori beneficiari. Le prestazioni potranno essere riattivate solo a seguito dell’effettivo versamento dei contributi dovuti.

I contributi dovuti dalle aziende morose, versati con un ritardo tale da non poter più esser destinati alle originarie coperture sanitarie come previste dal presente Regolamento, non potranno essere restituiti e saranno utilizzati in regime solidaristico per l’erogazione delle prestazioni sanitarie agli iscritti al Fondo.

Nel caso di comunicazione tardiva di cessazione dell’azienda, eventuali richieste di cancellazione con effetto retroattivo e conseguente restituzione dei contributi versati non potranno essere accolte qualora inoltrate dopo che i contributi siano stati utilizzati per la copertura assicurativa.

Art. 10 – Decadenza del diritto alle prestazioni

Il diritto alle predette prestazioni si estingue per:

  1. a)cessazione del rapporto di lavoro;
  2. b)decesso del lavoratore beneficiario titolare
  3. c)aspettativa non retribuita
  4. d)cessazione dell’attività o perdita dello statua di aderente del datore di lavoro;
  5. e)scioglimento, liquidazione o cessazione, per qualsiasi causa, di EuroSALUTE
  6. f)esclusione disposta in presenza di omissioni contributive, irregolarità o abusi.

Al verificarsi del caso sub a), il lavoratore resta in copertura fino alla scadenza naturale dell’annualità sanitaria, ove l’azienda abbia optato per il pagamento annuale o semestrale.

Nel caso sub b), il diritto al rimborso di eventuali prestazioni effettuate prima del decesso è trasmesso agli eredi del dipendente deceduto.

Al verificarsi degli altri casi sopra indicati, il diritto alle prestazioni per i lavoratori ed il relativo onere contributivo per il datore di lavoro cessano dal 1° giorno del mese successivo a quello in cui si verifica la causa di decadenza, se la comunicazione è effettuata entro 15 giorni dalla causa di cessazione. Diversamente, ferma restando la cessazione delle prestazioni dal 1° giorno del mese successivo a quello in cui si verifica la causa di decadenza, l’obbligo di versamento del contributo cessa dal 1° giorno del mese successivo a quello in cui avviene la comunicazione.

Nel caso sub c), in deroga a quanto previsto in precedenza, al termine dell’aspettativa e dunque al momento del reintegro nel posto di lavoro, le prestazioni sono riattivate dal primo giorno del mese successivo all’avvenuta comunicazione del reintegro stesso: il contributo ordinario è in tal caso dovuto con decorrenza dal mese in cui ha termine l’aspettativa non retribuita. In nessun caso è da considerarsi aspettativa non retribuita il periodo di astensione, sia obbligatoria che facoltativa, per maternità.

Art. 11 – Perdita dello status di associato, aderente o iscritto

L’assoggettamento a procedure concorsuali, l’estinzione o la cessazione, per qualsiasi causa, dell’Associato o dell’Aderente, configura la perdita del rispettivo status in corso alla data in cui si verifica l’evento.

La perdita dello status di Associato, di Aderente o di Iscritto consegue al provvedimento di espulsione deliberato dal Comitato Direttivo nei casi di mancato rispetto degli obblighi contributivi previsti dal presente Regolamento, nonché degli altri obblighi previsti dallo Statuto.

Art. 12 – Piano di assistenza sanitaria integrativa

L’Assemblea approva ed aggiorna con specifica delibera che diviene parte integrante del presente Regolamento, il Piano di Assistenza Sanitaria Integrativa, comprendente definizioni, prestazioni, esclusioni e modalità di erogazione.

Art. 13 – Privacy e tutela dei dati personali e particolari

Tutti i dati personali conferiti dalle aziende e dai loro dipendenti saranno trattati dagli Organi di EuroSALUTE secondo le modalità ed entro i limiti previsti dal Regolamento e successive modifiche ed integrazioni.

Art. 14 – Controversie

Secondo quanto previsto dal Decreto legislativo n. 28 del 4 marzo 2010 in materia di “mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali”, le controversie riguardanti l’applicazione e l’interpretazione del presente Regolamento, sono demandate all’Organismo di mediazione imparziale iscritto nell’apposito registro presso il Ministero della Giustizia.

II tentativo di mediazione sarà obbligatorio, cioè dovrà essere attivato prima dell’instaurazione della causa civile come condizione di procedibilità della stessa. Il Foro competente è esclusivamente quello di Roma.

Right-click menu disabilitato!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi